I gruppi di Start Hub: l'organizzazione di Start Hub - Rebelchange

I GRUPPI DI START HUB

In Start Hub il lavoro è organizzato in gruppi che noi chiamiamo HUB.

OBIETTIVO

Le attività del gruppo sono orientate allo sviluppo e alla vendita di un prodotto.
 Ogni HUB è guidato da un team leader che ha la responsabilità di coordinare l’attività del gruppo.

Start Hub come vendere un nuovo prodotto processo di sviluppo

MISSION

Ogni progetto è suddiviso in diverse fasi progettuali:

  • Analisi preliminare dei bisogni del mercato di riferimento
  • Identificazione della nicchia di interesse e le brand personas
  • Connessione al target
  • Check dei bisogni del target tramite sondaggi e focus group
  • Consolidamento delle informazioni raccolte
  • Sviluppo e vendita del prodotto

COMPETENZE TECNICHE

Ogni hub è formato da persone con competenze diverse e, tra di loro, complementari. A seguire le competenze richieste per il lavoro dei gruppo, raggruppabili in 4 aree specifiche: tecnica, analitica, organizzativa e creativa.

Area

Job title

Descrizione contenuti Job

Tool relativi alla Job

Scopo, motivo della sua presenza nel gruppo

Area tecnica

Web designer

Wordpress

Front end developer

Area creativa

Copywriter

Area analitica

Analisi di dati

Area organizzativa

Social Media manager

Project manager

OBIETTIVI DELL’ACCOGLIENZA

  1. Orientare i nuovi iscritti in una realtà diversa da quelle abitualmente frequentate.
  2. Evitare che gli iscritti fuoriescano senza aver capito cosa è SH o peggio ancora portando fuori opinioni non chiare su SH.
  3. Selezionare i profili che potenzialmente potranno operare nei gruppi SH.
  4. Chiarire precisamente quali valori sono adottati da SH, quali comportamenti sono indispensabili e quali sono sconvenienti per lavorare in questa realtà.
  5. Dare alle persone una competenza di base omogenea per operare nei gruppi di lavoro SH (marketing, tool informatici, comportamento organizzativo…)
  6. Creare un linguaggio comune i cui significati siano compresi da tutti in modo analogo. 
  7. Test di verifica  

PROCESSO DELL’ACCOGLIENZA

In occasione dell’iscrizione:

    1. Richiesta dati anagrafici, CV e informativa privacy. Testing delle attitudini personali.
    2. Somministrazione indagine motivazionale.
    3. Somministrazione di una scheda riportante l’elenco delle competenze tecniche ritenute importanti per SH, con la possibilità di fleg se possedute e il livello di conoscenza.
    4. Predisposizione di un calendario di Studio con indicazione precisa del materiale da studiare per prepararsi all’esame finale che potrebbe ‘certificare’ la potenzialità di lavorare nei gruppi SH.

FORMAZIONE DI UN GRUPPO

Il metodo Start Hub prevede la formazione continua per tutti i membri dei gruppi ed in particolare siamo fedeli al modello di  Tuckman, che prevede che 5 fasi di costituzione ed attivazione dei gruppi:

  1. Forming
  2. Storming
  3. Norming
  4. Performing
  5. Adjourning

La sequenza temporale di ogni fase può essere diversa per ogni team.

1. Forming

La squadra è formata ed iniziano le interazioni fra i membri. Il team inizialmente è concentrato su un processo di orientamento, tramite test delle attitudini interpersonali e lavorative.
Lo stile è direttivo. Il leader ha la responsabilità di fornire supporto e formazione ai membri in ogni fase.
Vengono stabilite le linee guida del team.

2. Storming

Il team leader da il via al processo di pianificazione del percorso

3. Norming

Vengono stabilite le regole, i valori, il comportamento e gli strumenti. I membri del team aggiustano i loro comportamenti e sviluppano accordi per rendere il lavoro di squadra più naturale e più fluido. Questa è la fase dove un numero variabile di persone diventa un gruppo. I livelli di motivazione aumentano. Il lavoro di squadra è positivo. Il team leader permette al team di diventare molto più autonomo. Lo stile è partecipativo. Il team leader continua a incoraggiare la partecipazione e la professionalità tra i membri del team.

4. Processing

Il team si  auto-dirige nello sviluppo di piani e di strategie per raggiungere i propri obiettivi e portare avanti l’ attività lavorativa. L’HUB ora procede come un’unica entità. I membri del gruppo hanno una comprensione chiara di quello che è stato loro richiesto.
Il Team Leader lascia prendere al gruppo la maggior parte delle decisioni necessarie. Stile delegativo. Il leader diventa un facilitatore che aiuta la squadra a raggiungere gli obiettivi assegnati.

5. Adjourning

Le mansioni vengono completate e il team disgregato in modo da potersi ricomporre con altri membri per formare nuovi HUB a seconda delle esignze.